Breaking News

Come la tecnologia 5G innoverà i settori della Logistica

Il 5G non è solo un “evento tecnologico” ma rappresenta un’evoluzione nelle tecnologie e nei modelli di business, dunque, anche nell’organizzazione del lavoro.

La nuova connessione dati di tipo 5G sarà determinante per lo sviluppo dell’IOT (Internet of things) e dell’intelligenza artificiale, entrambe considerate le tecnologie abilitanti del futuro al punto da caratterizzare la quarta rivoluzione industriale dopo la terza dall’elettronica all’informatica.

La “fabbrica intelligente” sarà quindi caratterizzata dalla connessione di macchinari ed oggetti alla Rete, e dal loro funzionamento in autonomia sotto la supervisione o controllo remoto da parte dell’operatore umano.

In particolare quello della logistica sarà uno dei settori maggiormente rivoluzionato dall’impiego di tecnologia 5G perché modificherà ulteriormente il metodo d’acquisto dei consumatori; di conseguenza cambierà il metodo con cui i players di settore dovranno gestire la delivery extraurbana ed urbana dei parcel concorrendo, in modo determinante, alla determinazione delle smart cities.

Su scala mondiale si stima quindi che lo sviluppo di nuovi modelli di business logistici basati su tecnologia 5G varrà 659 miliardi di dollari di ricavi, con un impatto del 5,6% sul fatturato totale del settore.

Sul 5G resta alto l’interesse nazionale, il CIPE (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) ha infatti riprogrammato lo stanziamento di 100 milioni di euro destinandolo al completamento del progetto wifi.ltalia.it (con particolare attenzione alla copertura dei piccoli comuni e delle zone periferiche) ed alla sperimentazione di progetti di ricerca basati su tecnologie emergenti collegate allo sviluppo delle reti di nuova generazione come Blockchain, Intelligenza Artificiale e IOT.

Molte sperimentazioni sono già state effettuate in diverse città italiane e saranno rese note nel corso del workshop “5G and Logistics: future perspectives “ organizzato dal Centro Studi Americani in collaborazione con l’Associazione Assopostale, in programma per mercoledì 8 maggio alle ore 17:00. Oggetto del workshop saranno anche i terminal portuali, le smart cities, i locker postali, la dematerializzazione documentale e le nuove frontiere dell’e-commerce. 

IL PROGRAMMA

Saluti:

Carlotta Ventura, Direttore Centro Studi Americani

Andrea Chiappetta, Consiglio Centro Studi Americani

Emanuel Bonanni, Segretario Generale Associazione Assopostale

Ivano Russo, Direttore Generale Confetra

Introduzione: Antonio Sassano, Presidente Fondazione Ugo Bordoni

Intervengono:

Federico Freni, Presidente Centro Studi Fondazione Tempora

Gabriele Ferrieri, Presidente Angi – Associazione Nazionale Giovani Innovatori

Pietro Guindani, Presidente Asstel

Antonio Sfameli, Director Government & Industry Relations Italy and East Europe Ericsson

Carolina Gianardi, Responsabile Customer e Innovation Hub Poste Italiane

Tommaso Bonaccorsi Di Patti, Responsabile Market Development in TIM Business

Giampaolo Botta, Direttore Generale Spediporto Genova

Andrea Cappa, Segretario Generale Alsea Milano

Fabio Missori, Corporate Affairs Director Nexive

Geni Bigliazzi, Co-founder Emotion s.r.l.

Mirko Baesso, ResponsabileInnovation Technology TD Group Italia

Stefano Moni, CEO PakpoboxEurope

Alessandro Breccia, Cisco Customer Solutions Architect

Conclusioni: Antonio Perrucci, Vice Segretario Generale dell’Autorità AGCOM

Modera: Filippo Simone Zinelli, Founding partner Studio Legale Persona e Giustizia

Il 5G non è solo un “evento tecnologico” ma rappresenta un’evoluzione nelle tecnologie e nei modelli di business.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *